Registrati gratis Login

Come inserire immagine integrate nelle newsletter

Immagini integrate
Attenzione: questa funzione è valida per tutti coloro che usano la vecchia versione di Newsletter2Go (registrazione prima del 14.07.2016).

Con Newsletter2Go puoi inserire immagini integrate (note nel settore con il termine inglese di embedded images) nelle tue email. Questa funzione ti consente di integrare immagini nelle tue newsletter di dimensioni fino a 50 KB.

Le immagini caricate in questo modo vengono codificate con il sistema Base64 e, a differenza delle immagini inline, hanno il vantaggio di essere integrate nell’email e di non essere inviate come allegato con estensione MIME. All’immagine viene, infatti, associato un codice in HTML che riduce la possibilità che l’email sia classificata come spam. In atri termini questa funzione ti consente di inserire immagini in html nelle tue newsletter.

Di seguito ti spieghiamo nei dettagli come funzionano e quali vantaggi hanno le immagini integrate. In particolare, tratteremo i seguenti punti:

Come funzionano le immagini integrate (embedded images)?

Grazia al sistema di codifica Base64, l’immagine viene convertita in formato testo e contrassegnata con un content-ID (cid) che la rende classificabile e integrabile nell’email. L’immagine viene, dunque, inviata sotto forma di testo ma viene visualizzata come immagine dal destinatario quando apre l’email. Questo è reso possibile dal fatto che i principali programmi e client di posta elettronica riconoscono l’immagine codificata e la convertono in immagine.

A cosa servono le immagini integrate?

Usando le immagini integrate è possibile, ad esempio, rendere immediatamente visibile la grafica del proprio logo aziendale alla ricezione della newsletter. Visto che con i principali client di posta elettronica come Outlook, Thunderbird o Gmail occorre autorizzare la visualizzazione delle immagini, integrare le immagini nelle newsletter risulta dunque più funzionale rispetto alle altre modalità di inserimento.

L’uso di immagini integrate nelle newsletter inviate con in software di Newsletter2Go funziona su quasi tutti i browser e i clienti di posta elettronica, ad eccezione di Hotmail della Microsoft e Yahoo.

Svantaggio: Pur trattandosi di una funzione di grande utilità, inserire immagini in html ha anche un risvolto della medaglia. I codici delle fonti delle immagini, inviati in forma di testo codificato, aumentano notevolmente le dimensioni delle email inviate e, a seconda della quantità e del peso delle immagini, cambiano anche la quantità dei dati da inviare. Questo dipende dal fatto che la dimensione del testo codificato spesso è maggiore rispetto alla grandezza originaria dell’elemento grafico inserito. Un logo codificato, ad esempio, può trasformarsi in un testo di oltre 2000 caratteri!

Il destinatario di una email di questo tipo è costretto a scaricare anche le immagini. E aumentando le dimensioni dei dati, aumenta anche il tempo necessario per scaricare l’email. Non c’è dunque da meravigliarsi, se questo crea non poco fastidio in chi riceve questo tipo di email, soprattutto in quanti leggono la posta su dispositivi di lettura mobili con traffico limitato. Integrare immagini nelle newsletter aumenta inoltre le possibilità che la newsletter possa essere classificata come spam.

Come usare le immagini integrate nelle newsletter?

Questa funzione non richiede impostazioni particolare ed è facilissima da usare. Una volta selezionata l’immagine da inserire nella tua newsletter non devi far altro che spuntare la voce in basso a destra “Integrare immagine” (v. immagine sopra).  Importante: la dimensione delle immagini da integrare non può sperare i 50 kilobyte.
Dopo aver spuntato la casella e aver cliccato su Inserisci immagine, l’immagine viene codificata automaticamente con il sistema Base64 e inserita nella newsletter, dove sarà visualizzata come immagine.

Immagini integrate

Immagini integrate vs. immagini non integrate

Per rendere meglio l’idea di quanto appena spiegato, vogliamo mostrarti come vengono visualizzate le immagini integrate e quelle non integrate. L’immagine a sinistra mostra come viene visualizzata su Outlook una newsletter con immagini non integrate dove viene richiesto di caricare le immagini per poterle visualizzare. L’immagine a destra mostra invece la stessa email con immagini integrate (logo e scritta “compra adesso”).

Immagini integrate outlook -senza
Immagini integrate outlook - con

Suggerimenti

Usare molte immagini integrate in una newsletter aumenta notevolmente il rischio che questa venga classificata come spam, riducendo di conseguenza la sua deliverability. Per questo ti consigliamo di usarle con bassissima frequenza e di inserirne al massimo una per email, ad esempio nell’header per il tuo logo in modo da renderti immediatamente identificabile dai tuoi destinatari o per il tasto di conferma di iscrizione alla newsletter.
Ti sconsigliamo inoltre di usare più di una immagine integrata per email, se non vuoi che la tua newsletter finisca nello spam dei tuoi destinatari.

Hai proposte, critiche o richieste particolare relative alle funzioni di Newsletter2Go? Comunicale al nostro staff e saremo lieti di poterle prendere in considerazione per i futuri sviluppi e per il miglioramento del nostro software.

Über den Autor

Angela Antonicelli
Country Manager Italia

War der Beitrag hilfreich?

Thank You!

Lascia un commento

Newsletter2Go utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore. Se continui a navigare su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookies. Acconsento.