Email marketing: le 4 tendenze principali del 2017

Email marketing tendenze 2017

Quali sono le tendenze che caratterizzeranno il futuro dell’email marketing?

I recenti sviluppi nel mondo del marketing online mostrano un dato certo: anche se la tecnologia, le richieste e le aspettative degli utenti crescono sempre di più, le newsletter restano ancora uno degli strumenti di marketing preferiti. L’invio di email di massa o di grandi quantità di spam potrebbe oggi far sorridere chi si dedica all’email marketing in modo professionale. Le newsletter sono infatti diventate uno dei principali strumenti di vendita e un incomparabile mezzo di comunicazione e fidelizzazione dei clienti.

Gli sviluppi profilatisi negli anni passati si sono affermati in modo prorompente: impossibile pensare ad un cellulare senza connessione Internet o privo di accesso alla casella di email, oltre che di molte altre funzioni. Anche il gigante dei motori di ricerca Google ha da poco annunciato di voler basare in futuro i suoi indici sulle ricerche effettuate dai dispositivi mobili. Unendo diverse piattaforme, banche dati e canali di marketing oggi è possibile aumentare il livello di soddisfazione dei propri clienti.

Queste tendenze non potranno che influenzare anche i futuri sviluppi dell’email marketing. Migliore qualità, maggiore rilevanza e maggiore attenzione alle reali esigenze dei sottoscrittori portano maggiori e migliori risultati e sono la già oggi le parole d’ordine per il successo delle campagne di email marketing. In questo articolo ti spieghiamo quali saranno le principali tendenze dell’email marketing nel 2017.

Tendenza email marketing 2017 n. 1: eCommerce e vendita online

La vendita online si sposta sempre più sui dispositivi mobili: una parte non irrilevante del fatturato generato online deriva da negozi online o applicazioni ad hoc per smartphone. Al raggiungimento di questi risultati ha contribuito una connessione internet sempre più veloce e potente anche sugli smartphone, la diffusione del responsive design e una migliore facilità di utilizzo dei negozi online e delle applicazioni per la vendita online.  (user friendly)

Con questi dati alla mano, le newsletter diventano un imprescindibile strumento di comunicazione con i propri clienti. L’obiettivo? Dare ai clienti un Customer Journey senza interruzioni: dalla lettura della newsletter compatibile con dispositivi mobili a una pagina di atterraggio del negozio online, fino a un carrello d’acquisto e una procedura di checkout ottimizzati per dispositivi mobili. Solo in assenza di ostacoli lungo questo percorso si può approfittare del potenziale di vendita dei dispositivi mobili.

Consigli per una corretta visualizzazione delle email sui dispositivi mobili:

  • Un design responsivo è il primo presupposto per una corretta visualizzazione. I contenuti dell’email devono adattarsi automaticamente alla grandezza dello schermo e al dispositivo di lettura utilizzato
  • Il contenuto deve essere strutturato su una sola colonna. La diversa distribuzione dei testi e delle immagini potrebbe infatti rendere difficile la lettura di un’email con una struttura a più colonne.
  • La grandezza delle immagini deve adattarsi in modo flessibile alla grandezza dello schermo. Il testo delle immagini non deve mai apparire troppo piccolo.I link e i tasti devono essere sempre più grandi rispetto alla versione desktop per essere facilmente selezionabili con il polpastrello.
  • Anche l’ordine degli elementi cliccabili dovrebbe essere modificato in modo da renderli facilmente selezionabili con una sola mano.

Fortunatamente creare email con queste caratteristiche diventa ogni giorno più facile. Gmail, uno dei client di posta elettronica più utilizzati al mondo, ha da poco ottimizzato la visualizzazione delle email attraverso l’uso di un design responsivo e reso così molto più facile la lettura delle email sui dispositivi mobili.  I template di Newsletter2Go, compresi quelli gratuiti, sono stati sviluppati tutti tenendo conto di questa nuova necessità degli utenti e sono dunque in design responsivo.

Tendenza email marketing 2017 n. 2: il marketing contestuale

Marketing contestuale è una nuova parola chiava nel settore del marketing online. Grazie alle informazioni sul comportamento del cliente e a strategie di comunicazione mirate, oggi è possibile rivolgersi ai propri clienti nel momento giusto e in modo più personalizzato.  Grazie alle numerose interfacce, integrare i diversi canali di marketing non è più un problema. Collegando tra di loro più piattaforme è possibile creare, ad esempio, una newsletter personalizzata basata sul comportamento dell’utente nella rete, del suo comportamento di acquisto nel mondo off-line o delle sue attività sui social network.

Per fare in modo che la newsletter sia inviata al momento giusto, l’email automation è diventata imprescindibile. Automatizzando l’invio delle newsletter e facendolo dipendere dal verificarsi di particolari condizioni pre-impostate (ad esempio il compleanno di un cliente), è possibile rafforzare il rapporto con i clienti. A seconda dall’azione intrapresa (ad esempio l’acquisto in un negozio offline), il cliente riceve un’email con un contenuto personalizzato e riferita all’azione stessa. Newsletter contestuali di questo tipo hanno una maggiore rilevanza e consentono di raggiungere più facilmente i propri obiettivi di marketing. Come fare? Leggi la tendenza n. 3.

Tendenza email marketing 2017 n. 3: utenti più attivi e partecipativi

Le newsletter sono ancora uno strumento pubblicitario molto amato da imprese e clienti. Ma proprio per questo il numero delle newsletter che invade quotidianamente la casella di posta dei clienti cresce sempre di più, con il conseguente aumento delle loro esigenze. Affinché una newsletter venga letta, è necessario che sia pertanto altamente rilevante, che abbia un chiaro valore aggiunto e che si riferisca alla situazione attuale del cliente. Email poco curate, scarsamente rilevanti sono mal tollerate e finiscono nel cestino nel giro di pochi secondi dopo l’apertura della posta.

Anche coloro che hanno esplicitamente sottoscritto una newsletter si sento spesso sovraccaricati dalle email che ricevono. Se i contenuti sono meramente pubblicitari o si rivolgono a un target diverso da quello del destinatario si rischia di compromettere il rapporto con i clienti. Per inviare newsletter più mirate è assolutamente consigliato suddividere gli iscritti in diversi gruppi target, ad esempio sulla base delle attività o degli interessi. Se non si hanno sufficienti dati a disposizione per farlo non resta che chiedere direttamente al cliente quali sono gli argomenti che gli interessano. Un cliente che non vuole ricevere offerte commerciali, potrebbe essere interessato alle novità aziendali e, con una newsletter ad hoc, resterebbe comunque sempre in contatto con l’impresa. In questo modo si può quindi migliorare notevolmente il rapporto con i propri sottoscrittori.

Tendenza email marketing 2017 n. 4: la tutela dei dati e il nuovo Regolamento europeo

A partire dal 25 maggio 2018 entrerà in vigore in tutta il nuovo Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali. Rispetto alle direttive Europee attualmente in vigore, il Regolamento sarà valido per tutte le imprese sul territorio europeo che raccolgono e utilizzano dati personali di cittadini europei.

Per gli utenti di Newsletter2Go le novità non saranno molte. Essendo un’impresa tedesca, Newlsetter2Go si attiene anche alla rigida Legge Federale Tedesca sulla tutela dei dati e prevede, tra le altre, la procedura di doppio opt-in in fase di sottoscrizione della newsletter. L’approvazione e l’entrata in vigore del nuovo Regolamento mostra chiaramente un aumento della sensibilità pubblica in materia di privacy e di trattamento di dati nell’ambito delle comunicazioni commerciali e pubblicitarie. Queste potranno essere inviate solo ed esclusivamente a coloro che ne hanno esplicitamente richiesto l’invio e che, con molta probabilità, saranno anche interessati ai contenuti.

Über den Autor

Angela Antonicelli
Country Manager Italia

War der Beitrag hilfreich?

Thank You!

Lascia un commento

Newsletter2Go utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Continuando a navigare su questo sito, si accetta l'uso dei cookie. Accetto.