Registrati gratis Login
Home » Blog » Creazione indirizzi email e sottoscrizione newsletter: a cosa fare attenzione

Creazione indirizzi email e sottoscrizione newsletter: a cosa fare attenzione

11/11/2015

email marketing con Newsletter2Go

Un email marketing di successo si basa su due pilastri principali: newsletter efficaci e liste di contatti cospicue e di qualità. Generare nuovi indirizzi email è una parte imprescindibile dell’email marketing; è necessario attirare l’attenzione di potenziali nuovi iscritti, aumentare la propria rete di diffusione e, di conseguenza, la propria banca dati.

Modulo d’iscrizione, collegamento al sito e normativa

Ma come si fa a generare nuovi indirizzi email? Escludiamo a priori, in quanto non consentiti dalla normativa in vigore, due possibilità: l’acquisto di indirizzi email e l’invio di newsletter a persone i cui dati sono stati trasmessi in modo formalmente valido, ma che non hanno dato esplicitamente il proprio consenso alla ricezione dell’email. In questo articolo illustriamo come è possibile generare nuovi indirizzi email attraverso il modulo d’iscrizione e come integrarlo al proprio sito WordPress, sulla propria piattaforma di vendita o su Facebook.

Come funziona l’iscrizione alla newsletter dal proprio sito?

In teoria il modulo di iscrizione alla newsletter può essere inserito in qualunque posizione o pagina del proprio sito e le tipologie di moduli utilizzato sono delle più diverse: ci sono moduli statici sempre fissi nella stessa posizione, ma anche moduli dinamici o in forma di finestre di popup o di vera e propria landing page dedicata.

Nella pratica, però, la posizione del modulo non è del tutto irrilevante. Deve essere ben visibile oltre che facile da trovare – non vogliamo mica scoraggiare i potenziali clienti ancori prima di farli iscrivere!
Un modo piuttosto discreto è, ad esempio, l’uso di un semplice link o di una piccola casella di registrazione nel footer o nella barra laterale della pagina, dove viene richiesto l’inserimento e la successiva conferma del solo indirizzo email. Molti gestori di e-commerce inseriscono il modulo di registrazione nella pagina di conferma del pagamento, anche per evitare che il cliente debba nuovamente immettere i propri dati per gli acquisti successivi. Ma attenzione: l’iscrizione alla newsletter deve tuttavia avvenire separatamente, inserendo ad esempio una casella apposita sulla pagina di login o su quella dedicata all’acquisto dei prodotti.

Spesso risulta vantaggioso inserire il modulo d’iscrizione alla newsletter su più pagine del sito. Chi visita un negozio online per la prima volta potrebbe essere interessato alla newsletter e iscriversi subito, a tutto vantaggi del gestore e-commerce che avrà guadagnato un nuovo contatto ancor prima che questo abbia effettuato il primo acquisto. Al momento della creazione della newsletter, avendo maggiori dati a disposizione, si potrà rendere la newsletter ancora più accattivante, inserendo ad esempio offerte personalizzate.

creazione_indirizzi_email_newsletter2Go

Come invogliare i lettori ad iscriversi alla newsletter

Inviando offerte personalizzate si ha un duplice effetto. Da un lato è più facile ampliare la propria rubrica e generare nuovi indirizzi, dall’altro è più probabile che l’iscritto effettui realmente l’acquisto. Vale la pena, dunque, investire nell’acquisizione di nuovi iscritti attraverso offerte e sconti speciali.

Non basta, però, inviare un semplice codice promozionale. Per poter ottenere il massimo dalla sottoscrizione alla newsletter e generare quanti più indirizzi email possibile, è necessario perfezionare anche il modo in cui si presenta il modulo d’iscrizione. Indipendentemente da dove viene inserito, è necessario saper scegliere la giusta Call-to-Action. Usando frasi del tipo “iscriviti alla newsletter” si è sicuramente oggettivi e si va subito al punto, ma non si trasmettono i vantaggi che l’iscrizione comporta; molto più convincenti ed efficienti possono risultare espressioni come “assicurati offerte esclusive” o “tieniti sempre aggiornato”.

Si può inoltre anche far leva sui vantaggi esclusivi per gli iscritti alla newsletter. Se si offe ai propri iscritti qualcosa di speciale, occorre anche saperne dare la giusta rilevanza: mettere, ad esempio, ben in chiaro cosa si perde nel non approfittare dell’offerta. Sono già in molti gestori e-commerce ad operare in questo modo; per invogliare i lettori a sottoscrivere la newsletter inviano offerte speciali, che il lettore può a sua volta accettare o rifiutare. La scelta di accettare o rifiutare rende l’offerta ancora più attraente; la scelta può essere formulata in questo modo: “SI, accetto uno sconto del 15% e di ricevere informazioni sempre aggiornate sulle nuove offerte” o “NO, rifiuto lo sconto del 15%”. Importante è non eccedere e fare in modo che il lettore non si senta messo alle strette o sotto pressione. Se si vuole davvero fare in modo che il lettore sottoscriva la newsletter è consigliabile ripetere più volte messaggi semplici e non troppo diretti.

Quali regole seguire per la creazione di mailing list?

Regola numero uno: inserire nella propria banca dati solo i destinatari che hanno dato esplicitamente la propria autorizzazione alla ricezione della newsletter. Sono previste infatti sanzioni per chi non rispetta questa regola. Per lo stesso motivo si sconsiglia l’acquisto di liste di indirizzi; in tal caso i contatti non hanno solitamente dato alcuna autorizzazione al trattamento dei propri dati, oltre a non aver alcun interesse ai contenuti ricevuti via newsletter.

 La cosiddetta procedura di doppio opt-in assicura che i gli indirizzi della propria rubrica siano a norma di legge: ogni nuovo iscritto riceve una email di conferma, contenente un link di attivazione; solo cliccando su questo link l’iscritto conferma il proprio consenso alla ricezione della newsletter. È consigliato inviare un’email di doppio opt-in anche caso di importazione delle rubriche da altre piattaforme, per essere certi che i contatti siano consenzienti al trasferimento dei propri dati.
La procedura di doppio opt-in è molto più utile di quanto si pensi. Con un software per l’email marketing è spesso possible creare il proprio modulo di iscrizione alla newsletter, personalizzando i campi in esso presenti. Spesso è anche possibile creare un modulo per le cancellazioni. La normativa prevede che gli iscritti debbano poter cancellare in qualunque momento la propria sottoscrizione alla newsletter; con un modulo generato automaticamente non solo si risparmia tempo, ma si è anche sicuri di agire nel modo corretto.

Come inserire un modulo di iscrizione sul proprio sito WordPress, e-commerce e su Facebook

Alcune piattaforme per la gestione dei contenuti (CMS) prevedono l’inserimento del modulo di iscrizione attraverso l’installazione di un plugin. Per le altre piattaforme esiste comunque la possibilità di collegare il modulo di iscrizione del software di newsletter in uso. Per farlo basta inserire i dati richiesti e richiedere la generazione di un codice, da inserire poi sulla propria piattaforma al posto desiderato.

Come già accennato in precedenza, anche la collocazione del modulo di iscrizione deve essere studiata nei dettagli; l’iscrizione deve essere resa il più semplice possibile e il modulo deve essere facilmente rintracciabile. Lo si può inserire, ad esempio, sulla pagina principale o su un’apposita landing page.

Il modulo d’iscrizione può essere inserito anche più volte nella stessa pagina o su più pagine, ad esempio sulla pagina iniziale del sito o sulla pagina di completamento dell’acquisto di un prodotto. Qualora possibile, è consigliabile testare più versioni del modulo e in diverse collocazioni e combinazioni per capire quale tra queste funziona meglio.

WordPress e il modulo di iscrizione alla newsletter

Se si è utenti di WordPress e si vuole inserire un modulo di iscrizione alla newsletter su un sito di questa piattaforma ci sono due possibilità. Possibilità 1: copiare il modulo di iscrizione generato attraverso l’editor di Newsletter2Go (Impostazioni> Modulo di registrazione > Crea nuovo modulo) sul proprio sito WordPress. In questo caso è possibile stabilire il dominio del sito web, i campi obbligatori, i campi opzionali e i gruppi nei quali devono essere salvati i contatti dei nuovi iscritti.

Possibilità n. 2: usare il plugin per WordPress. In questo modo si può inserire direttamente su WordPress il modulo di iscrizione desiderato e personalizzarlo scegliendo i dati da richiedere ai nuovi iscritti, la combinazione di colori e la posizione all’interno del sito o della pagina. I dati dei nuovi iscritti attraverso il modulo d’iscrizione vengono inseriti automaticamente nella propria banca dati nel gruppo precedentemente selezionato.

Il modulo di iscrizione alla newsletter per negozi online

Per la generazione di un modulo d’iscrizione per piattaforme di e-commerce viene utilizzato un codice appositamente generato. Questo codice viene poi copiato e inserito all’interno della propria piattaforma nella collocazione desiderata. Questa procedura non richiede particolari conoscenze di programmazione; con l’editor di Newsletter2go, ad esempio, è possibile inserirvi il dominio del proprio negozio, i campi obbligatori per l’iscrizione, quelli opzionali e impostare il gruppo in cui salvare i dati dei nuovi iscritti. 

Il modulo di iscrizione alla newsletter per Facebook

Anche i social media come Facebook sono un buon canale per generare nuovi iscritti alla propria mailing list. Diverse piattaforme per l’email marketing, come Newsletter2Go, ti danno la possibilità di scaricare l’integrazione per Facebook e collegare la propria pagina aziendale al programma di invio delle newsletter.

1 commento

  1. […] Creare un modulo di iscrizione con procedura di doppio opt-in 2. Trovare l’oggetto perfetto per la newsletter 3. Ottimizzare il tasso di conversione […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Newsletter2Go utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore. Se continui a navigare su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookies. Acconsento.