Prova ora Login

Automazione dell’email marketing [Parte 5/6] – Newsletter di promemoria

Nel quinto articolo della serie sull’automazione dell’email marketing trattiamo delle newsletter di promemoria (note anche con il termine inglese di follow-up newsletter o newsletter di follow-up), di quando sono necessarie e di come crearle con il software di Newsletter2Go.
Non tutti gli iscritti reagiscono all’invio di una newsletter. A volte gli iscritti non hanno mai aperto le newsletter dopo la sottoscrizione. Per richiamare la loro attenzione può essere utile inviare una newsletter di promemoria e aumentare il numero dei lettori attivi della tua banca dati.

Serie di articoli sull’automazione dell’email marketing:

Perché inviare una newsletter di promemoria?

Una newsletter di promemoria viene inviata ai contatti che dopo un certo periodo di tempo dall’iscrizione non hanno più interagito o che non aprono la newsletter da molto tempo. Ad esempio, puoi inviare una newsletter di promemoria ad un cliente che dopo due settime dalla sua registrazione non ha mai aperto una newsletter. In questo modo potrai provare a trasformare un cliente “passivo” in un lettore attivo e interattivo. Con email di questo tipo puoi ripresentare la tua azienda e ricordare ai tuoi iscritti i motivi che li hanno portati a registrarsi alla newsletter.

Lifecycle email marketing

Con le newsletter di promemoria puoi rafforzare il rapporto con i tuoi clienti, mostrare loro il tuo interesse ad un dialogo basato sulla fiducia e sulla stabilità e sottolineare l’importanza che ogni singolo cliente ha per la tua impresa. Risvegliando l’interesse che aveva portato gli iscritti a sottoscrivere la tua newsletter e ricatturando la loro attenzione, potrai porre le basi per un solido rapporto di fidelizzazione.

Come impostare una newsletter di promemoria con Newsletter2Go?

Per raggiungere tutti gli iscritti che non hanno aperto una newsletter devi in primo luogo creare un gruppo dinamico. Per farlo puoi procedere nel modo seguente.

Effettua il login su software di Newsletter2Go e clicca su “destinatari”. Tra le impostazioni dei gruppi seleziona la voce “crea gruppo dinamico” e clicca su “aggiungi destinatario”. Tra i criteri comportamentali seleziona l’attributo “ha ricevuto la newsletter” per la newsletter desiderata. In questo modo avrai selezionato gli iscritti ai quali è stata inviata la newsletter in questione. Per selezionare tra questi quelli che, pur avendola ricevuta, non l’hanno aperta dovrai inserire una seconda condizione selezionando la voce ” non ha aperto la newsletter” per la stessa newsletter precedentemente selezionata. Clicca dunque su ” Cerca  ” e poi su “Salva in gruppo <Newsletter non aperta>”.

Crea, dunque, la tua newsletter e impostala come newsletter standard, dal momento che sarà inviata una sola volta. Al passaggio 2 crea un oggetto nel quale metti in evidenza la tua volontà di creare un dialogo con il destinatario. Scegli un modello di newsletter e crea la tua newsletter. Al punto 4 inserisci come destinatario il gruppo dinamico appena creato e nell’ultimo passaggio fissa il momento d’invio, ad esempio 5 giorni dopo l’invio della newsletter in questione. Clicca infine su “salvare e chiudere la newsletter” per inviare la tua newsletter nel modo precedente programmato. Prima dell’invio sarà verificato automaticamente quali destinatari non hanno aperto la newsletter e riceveranno dunque la newsletter di promemoria.

A cosa bisogna fare attenzione nella creazione di una newsletter di promemoria?

La tua newsletter non deve in alcun modo far sentire in colpa chi la riceve per non aver prontamente interagito con te dopo la registrazione o dopo l’invio della prima newsletter di benvenuto. Sottolinea invece il valore che ogni singolo iscritto ha per la tua impresa e cerca di trasmettere un messaggio positivo, che ti dia la possibilità di migliorare e recuperare il contatto con gli iscritti. Invece di sottolineare al cliente che ha sbagliato a non interagire prontamente con te, cerca di stimolarlo con nuove iniziative.

Piuttosto che supplicare gli iscritti a fare qualcosa, sottolinea i vantaggi dell’essere iscritto alla tua newsletter. Evita, dunque, di far riferimento alla mancata apertura della precedente newsletter. Usa un tono gentile e mostra che ogni singolo iscritto ha un valore aggiunto per la tua impresa. Puoi, ad esempio, inviare un’offerta personalizzata e limitata nel tempo e comunicarla già nell’oggetto della tua newsletter. Questo servirà come ulteriore stimolo per invogliare il destinatario ad aprire e leggere la newsletter.
Grazie alle email automatiche il tuo lavoro è incredibilmente alleggerito grazia all’uso dei segnaposto e delle caselle di testo e di immagini personalizzate. Le newsletter automatiche ti consentono non solo di raggiungere un gran numero di destinatari ma anche di rivolgerti a ciascuno di questi in modo diretto e personalizzato. Quali sono le tue strategie per riattivare gli iscritti? Lascia un commento e condividi con noi le tue idee!

Über den Autor

Angela Antonicelli
Country Manager Italia

War der Beitrag hilfreich?

Thank You!

Lascia un commento

Newsletter2go verwendet Cookies, um Ihnen den bestmöglichen Service zu gewährleisten. Wenn Sie auf der Seite weitersurfen stimmen Sie der Cookie-Nutzung zu. Ich stimme zu.