Registrati gratis Login
Home » Blog » 7 errori da evitare quando si fa un ab test

7 errori da evitare quando si fa un ab test

04/06/2018

Errori da evitare ab test Newsletter2Go

Scopri quali sono i 7 errori più comuni quando si fa un ab test

Fare un ab test è davvero utile per capire i gusti dei propri lettori. Quali sono gli errori che ricorrono più frequentemente quando si fa un ab test?

#1 Testare troppi elementi contemporaneamente

Un ab test è efficace se si testa un solo elemento alla volta. Prima d’iniziare il confronto stabilisci qual’è la caratteristica che vuoi mettere al centro del tuo test: i pulsanti CTA, il layout, le immagini oppure il testo stesso? Qui trovi una descrizione dettagliata degli elementi che puoi testare in una newsletter!

#2 Fare l’ab test su un pubblico troppo ridotto

Uno degli errori da evitare quando si fa un ab test è quello di svolgere questa prova coinvolgendo un pubblico poco ampio. Più sono le persone su cui si testano le due varianti, più si hanno dati accurati e significativi. Se vuoi fare un ab test delle tue newsletter assicurati quindi di coinvolgere tutti i contatti della tua rubrica.

#3 Scegliere un arco di tempo troppo breve

Per fare un ab test fatto bene ci vuole tempo. Molti tendono a concludere il test prima del previsto, ottenendo dei risultati che non sono definitivi. Infatti le sorti del confronto possono ribaltarsi diverse volte nell’arco del tempo. Non avere fretta dunque: quando fai un test ab lascialo attivo per almeno un mese. Se stai facendo dei test sul delle newsletter lascia che trascorra almeno una settimana per poter valutare i tassi di apertura e dei click. I destinatari infatti possono aprire le email anche dopo alcuni giorni.

#4 Non fissare degli obiettivi e non fare delle ipotesi

A volte chi crea degli ab test si dimentica della cosa più importante: fissare fin da subito gli obiettivi della comparazione e ciò che si vuole verificare. Una buona strategia è quella di pensare a delle ipotesi e vedere, attraverso il test, se vengono confermate o meno.

#5 Non tenere conto dei device utilizzati dagli utenti

Quando si ottengono i risultati dell’ab test uno degli errori più comuni è non analizzarli bene. In particolare ci si dimentica spesso di indagare se gli utenti hanno letto il sito oppure la newsletter dal desktop, dall’IPad o dal proprio smartphone. L’esperienza di lettura ed interazione varia infatti notevolmente e dev’essere presa in considerazione.

#6 Fare l’ab test una volta sola e non ripeterlo più

Uno degli errori più comuni da evitare quando si fa un ab test è quello di avviare la comparazione una volta sola e non ripeterla mai più. Dato che i gusti del nostro pubblico possono cambiare nel tempo così come le persone stesse che navigano online, è bene ripetere il test almeno 2 volte all’anno.

#7 Non usare gli strumenti giusti per l’ab testing e per la sua valutazione

Un altro errore da evitare è quello di non utilizzare gli strumenti giusti per creare e soprattutto valutare un ab test. Google Analytics è uno strumento eccellente se si vogliono comparare due versioni della stessa pagina web perché offre grafici e statistiche perfette. Nel campo dell’email marketing esistono diverse piattaforme professionali, come quella di Newsletter2Go, che consentono di creare delle varianti differenti della stessa newsletter e soprattutto monitorare le loro performance.

Quando si fa un ab test si rischia di incorrere in 7 errori comuni. Fra questi quelli più diffusi sono: interrompere il test troppo presto, non ripeterlo abbastanza frequentemente e utilizzare dei tool sbagliati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Newsletter2Go utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore. Se continui a navigare su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookies. Acconsento.